Il 4 maggio al via la campagna di raccolta firme per la separazione delle carriere

(Public Policy) – Roma, 03 mag – Partirà domani, in tutta Italia, la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare per l’introduzione in Costituzione della separazione delle carriere tra magistratura inquirente e requirente, promossa dall’Unione delle Camere penali italiane. “La proposta di separare le carriere tra giudici e pm – spiega in una nota Beniamino Migliucci, presidente dell’Unione delle Camere penali – serve per dare completa applicazione all’art. 111 della Costituzione che regola il ‘giusto processo’. Il giudice, secondo la norma costituzionale, oltre ad essere imparziale, deve essere anche terzo, e cioè, distinto da chi accusa e da chi difende. Solo questo garantisce la imparzialità della decisione e rende effettivi gli altri principi della parità delle parti e del contraddittorio. Senza separazione delle carriere ogni riforma perde di significato.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*