Categoria: Giustizia

I moduli da compilare e sottoscrivere

*Questa documentazione è rivolta a qualsiasi comitato, associazione o cittadino voglia materialmente procedere alla raccolta delle firme.

Il vademecum e il manuale operativo

Come si raccolgono le firme? Quando e dove raccoglierle? Dove e come posso richiedere l’autorizzazione per banchetti di raccolta sul suolo pubblico? Chi deve vidimare le schede? Chi sono gli autenticatori? Ecco alcune domande alle quali troverai risposta leggendo accuratamente il vademecum e il manuale operativo.

Il Manifesto

Il sistema processuale soffre una profonda e difficile crisi. Il giudice terzo è il primo necessario passo verso la modernizzazione del processo nella direzione della effettività dei diritti dei cittadini.

Nel nostro paese si parla da decenni di riformare il sistema giustizia e le proposte avanzate in questo senso sono disparate ed indirizzate verso gli obbiettivi reputati più urgenti da chi, volta per volta, le avanza. In tema di prescrizione dei reati, ad esempio, le soluzioni proposte per ridurne l’incidenza vanno dall’auspicare una tempistica perentoria per lo svolgimento delle indagini preliminari (fase durante la quale si registrano obbiettivamente le maggiori lentezze) all’allungamento del tempo possibile per la celebrazione del processo.
Ci sono però principi generali – le pietre angolari dell’intero sistema, quelle per intendersi modificando le quali il sistema resta stravolto – che non tollerano interpretazioni diverse a seconda dei punti di vista.

Prossime raccolte (a partire dal 7 maggio) a carattere locale:

Abruzzo

  • PESCARA: giovedì 15 giugno dalle 10.30 alle 13 presso i locali della Camera Penale di Pescara – Palazzo di Giustizia Settore Penale primo piano stanza B127; giovedì 29 giugno dalle 15.30 alle 19.30 – in occasione dell’incontro del XIV corso di formazione tecnica e deontologica dell’Avvocato Penalista della scuola Territoriale C.P. Pescara.
  • TERAMO: giovedì 15 giugno 2017 dalle ore 10,00 alle ore 13,30 presso il Tribunale di Teramo, atrio  – piano terra.

Calabria

  • CATANZARO: atrio del Tribunale di Catanzaro, dal 4 maggio fino a mercoledì 31 maggio dalle ore 10 alle ore 13.
  • CASTROVILLARI: nel Tribunale di Castrovillari sarà allestito un banchetto per la raccolta firme dal 22 maggio 2017. La raccolta proseguirà nei locali del Consiglio dell’Ordine fino al termine della campagna di sottoscrizione.

La proposta di legge

Art. 1 –

Al comma 10 dell’art. 87 della Costituzione dopo le parole “presiede il Consiglio superiore della magistratura” sono inserite le seguenti parole: “giudicante e il Consiglio superiore della magistratura requirente”.

Art. 2 –

Nella parte II, dopo il “Titolo IV”, le parole “La magistratura”, sono sostituite dalle parole “l’Ordine giudiziario”.

Nella parte II, Titolo IV, dopo le parole “Sezione I”, le parole “Ordinamento giurisdizionale”, sono sostituite dalle parole “Ordinamento dei magistrati”.

DUE CSM, DUE CARRIERE, UNA GIUSTIZIA

Con la riforma dell’articolo 111 (legge costituzionale 23 novembre 1999, n. 2), che stabilisce la formazione della prova in dibattimento, nel contraddittorio delle parti, davanti ad un giudice terzo ed imparziale, il Legislatore ha scelto con chiarezza il modello accusatorio del processo penale in tal modo abbandonando definitivamente la tradizione inquisitoria del processo che la Carta Costituzionale del 1948 aveva perpetuato.

Tuttavia, nella Costituzione persistono norme che riflettono la visione inquisitoria del processo come era concepito dal Costituente del 1948 e, correlativamente, mancano specifici precetti che darebbero piena attuazione ai princìpi del processo accusatorio: la terzietà del giudice e la parità delle parti nel contraddittorio.